Ventilazione Meccanica controllata decentralizzata: cos’è?

Ventilazione Meccanica controllata decentralizzata soluzioni solari

La ventilazione meccanica controllata decentralizzata è una tecnologia alla quale spesso ci si rivolge per cercare di contrastare il problema degli eccessi di umidità e delle muffe. Ma che cos’è esattamente? Come funziona? E perché potrebbero realmente essere una soluzione da non sottovalutare per garantirsi una migliore salubrità dei propri ambienti?

Cos’è un sistema di ventilazione meccanica controllata decentralizzata

Un sistema di ventilazione meccanica controllata decentralizzata o VMC decentralizzata viene realizzato mediante dei dispositivi singoli di areazione installati all’interno delle pareti perimetrali dell’abitazione.

Questi lavorano in sincronia oppure singolarmente procedendo alla movimentazione dell’aria senza l’uso di canalizzazioni.

Sfruttando un sistema di vmc decentralizzata a singolo flusso oppure a doppio flusso alternato, o ibridi, è possibile migliorare la salubrità dell’ambiente, eliminando le potenziali possibilità di creazione della muffa e sanificando in modo ottimale l’aria che circola all’interno dell’abitazione.

Scegliendo i sistemi di ventilazione decentralizzati è possibile procedere alla loro installazione anche in edifici preesistenti.

Permettendo l’installazione con costi più contenuti e senza richiedere degli interventi strutturali troppo invasivi. Le dimensioni del sistema sono compatte e questo viene nascosto nel muro, lasciando visibili solo i terminali.

Ventilazione decentralizzata a singolo o doppio flusso?

I sistemi di ventilazione meccanica controllata decentralizzata possono distinguersi in singolo flusso (o monoflusso) oppure doppio flusso, a seconda di quanti sono i flussi d’aria che sono trattati in contemporanea dalla macchina.

Sostanzialmente, in un sistema a singolo flusso l’aria degli ambienti chiusi è estratta e, dopo breve, viene “sostituita” dall’inversione del flusso dell’aria, con quella esterna che viene condotta attraverso uno scambiatore di calore dove si riscalda, per essere poi immessa negli ambienti.

Questo è un sistema che ha molti vantaggi in quanto è compatto e richiede una procedura di installazione più semplice.

Nel sistema a doppio flusso, invece, troviamo due condotti: uno è deputato esclusivamente all’estrazione dell’aria dall’ambiente interno mentre l’altro, evidentemente, è deputato a immettere l’aria.

Il ricambio qui è continuo, e non alternato come invece avviene nel monoflusso. I due flussi di aria, di fatti, in questo sistema non si incontrano mai, mentre nei sistemi monoflusso l’aria in entrata e quella in uscita passano per lo stesso canale.

Quali sono i componenti principali di un buon sistema VMC decentralizzato

Quando si sceglie di installare un sistema di ventilazione meccanica decentralizzata è necessario considerare come ogni componente debba essere di ottima qualità.

Ma quali sono i principali componenti da valutare in un buon sistema VMC? Scopriamoli!

I filtri

L’efficacia dei filtri della macchina è uno dei fattori principali che determina la qualità di questi sistemi. I filtri di ottima qualità permettono, infatti, di purificare l’aria esterna in entrata da sostanze inquinanti, pollini, polveri.

I sensori di qualità dell’aria

I sistemi più moderni dovrebbero essere dotati di sensori che siano in grado di favorire il funzionamento automatico del sistema di ventilazione meccanica controllata decentralizzata.

Questi controllano la qualità dell’aria all’interno della casa, e avviano il meccanismo nel momento in cui la concentrazione di elementi inquinanti nell’ambiente dovesse risultare eccessiva ( un esempio può essere quello del sensore per i VOC).

Accessori

Con un sistema moderno di ventilazione decentralizzata meccanica, si ha la possibilità di interfacciarsi con accessori per il monitoraggio della salubrità dell’aria e dell’accensione e uso del sistema tecnologicamente avanzati. Ad esempio, troviamo i sistemi monitorabili e gestibili attraverso specifiche applicazioni per smartphone e tablet.

I consumi

I consumi del sistema di ventilazione devono essere quanto più possibile contenuti, quindi bisogna optare per i modelli ad alta efficienza energetica che possano permettere un funzionamento continuo ed efficace del dispositivo.

L’efficienza

Infine, in fase di valutazione del sistema da installare, bisogna considerare e verificare anche l’efficienza dello scambiatore, ovvero la percentuale di calore che la macchina può recuperare dall’aria in uscita.

Speriamo che questi spunti ti siano stati utili! Se vuoi scoprire come puoi migliorare la salubrità e l’efficienza energetica della tua abitazione con un meccanismo di ventilazione meccanica decentralizzata, prenota adesso la tua analisi telefonica cliccando su: Contattaci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Stai costruendo o ristrutturando casa?

Scopri come ottenere il massimo dagli impianti per la tua casa no gas, senza commettere errori e senza accettare compromessi.

Devis barcaro soluzioni solari

ATTENZIONE: Non seguo appartamenti e condomini, il mio lavoro è dedicato esclusivamente a chi possiede ville o abitazioni singole.

Prenota adesso la tua analisi telefonica.

Torna su
scegliere gli impianti per la casa no gas

SCARICA GRATIS Il nuovo Ebook
"Scegliere gli impianti per la casa no gas"