Pompe di calore e termosifoni: come farli funzionare insieme?

pompe di calore e termosifoni

Esistono diverse alternative per abbinare pompe di calore e termosifoni. Le pompe di calore, infatti, rappresentano una soluzione molto efficiente che consente di ottenere buone prestazioni e di sostituire completamente impianti a gas o a metano.

L’unico modo per valutare quanto le pompe di calore e termosifoni possano costituire un sistema di riscaldamento efficace è in seguito a una precisa analisi di fattibilità condotta da esperti del settore.

Le  pompe di calore migliori sono quelle che non prevedono soluzioni ibride, ma utilizzano esclusivamente la corrente elettrica svincolando l’abitazione da ogni allaccio per la fornitura di combustibile. 

Pompe di calore e termosifoni, una soluzione possibile e conveniente

È possibile far si che le pompe di calore siano collegate ai termosifoni diventando la principale fonte di riscaldamento domestico, sia negli impianti di nuova progettazione, sia per quelli in cui si desidera sostituire la tradizionale caldaia a condensazione. 

Tuttavia, sono necessarie alcune verifiche per assicurarsi che i radiatori possano fornire un fabbisogno termico adeguato.

In pratica, si va a valutare la potenza erogata da ciascun termosifone attraverso metodi diversi in base all’età del radiatore, considerando soprattutto se sono stati prodotti prima o dopo il 1995. 

La potenza termica, rappresentata dalla sigla DT, sarà diversa, attestandosi a circa 60° C per i radiatori costruiti prima del ‘95 e 50°C per quelli successivi a questa data.

Se questa indicazione è valida in generale, per le pompe di calore la DT richiesta è minore e si aggira intorno ai 35-40°.

Pompe di calore per termosifoni: ottime prestazioni durante tutto l’anno

Un’ulteriore valutazione andrà poi a valutare se l’impianto riesce a  mantenere elevate prestazioni durante tutti i giorni dell’anno.

Infatti, le pompe di calore offrono performance diverse in base alla temperatura esterna e all’impianto di ritorno.

Questo vuole dire, in pratica, che bisogna conoscere in modo specifico la località dove verrà installato l’impianto per valutare se la pompa di calore per il riscaldamento con i termosifoni può rappresentare una soluzione ottimale.

Un progettista esperto non farà altro che valutare la COP, ovvero la quantità di calore immesso rispetto al lavoro impiegato e la potenza termica considerando la temperatura esterna che di solito è rilevata in media in una determinata zona.

Questa valutazione può essere fatta tenendo conto delle medie termiche degli ultimi dieci anni in una data località prestando attenzione soprattutto a quanti giorni la temperatura tende a scendere intorno allo 0°C, in questo modo è possibile scegliere la migliore pompa di calore per riscaldamento termosifoni riuscendo ad affrontare anche il clima invernale più freddo.

Infatti, bisogna considerare, che oggi grazie alle moderne tecnologie, una termopompa professionale è in grado di produrre acqua sanitaria fino a 55° cosa che permette di mantenere la temperatura dei termosifoni stabile, e al contempo mantenere calda l’abitazione anche quando le temperature esterne sono molto rigide.

Pompa di calore per radiatori: maggior risparmio rispetto alle caldaie a condensazione

Oggi la pompa di calore riesce a lavorare quasi sempre in condizioni di vantaggio rispetto alle tradizionali caldaie a condensazione con rendimenti maggiori sia durante i mesi più miti sia quando le temperature sono più rigide.

Realizzare un impianto con pompa di calore per i termosifoni è una scelta che comporta affidarsi esclusivamente alla rete elettrica.

Se si è spaventati dai costi, però, è bene sapere che in realtà questo tipo di soluzione consente di ottenere dei risparmi in confronto a soluzioni di riscaldamento alimentate a gas, metano o gasolio. 

Inoltre, l’installazione di un impianto fotovoltaico potrebbe essere un’ottima soluzione per una scelta in linea con le esigenze ambientali e capace di fornire un notevole contributo in termini di Kw al sistema di riscaldamento con pompa di calore.

Tuttavia, per individuare la migliore soluzione che consenta di far funzionare insieme, in maniera efficace, le pompe di calore e i termosifoni, è bene affidarsi alla consulenza di esperti che valuteranno la scelta migliore per ogni esigenza.

Pompe di calore e termosifoni possono funzionare decisamente bene insieme. Questa affermazione permette di sfatare tanti luoghi comuni e falsi miti che vedrebbero le pompe di calore come soluzioni meno efficaci per il riscaldamento o molto dispendiose.

Vuoi liberarti dall’uso del gas metano e dalle caldaie a condensazione? Scopri come possiamo rendere il tuo sistema di riscaldamento più efficiente e funzionale. Scopri le nostre soluzioni no gas, prenota un’analisi telefonica cliccando su: Contattaci!

4 commenti su “Pompe di calore e termosifoni: come farli funzionare insieme?”

  1. Andrea Luigi Sala

    Avrei bisogno di un preventivo per sostituire l’attuale caldaia con una a pompa di calore per il riscaldamento con i tradizionali termosifoni e che possa produrre acqua calda per i sanitari. Grazie

    1. Ciao Andrea, procedi con il prenotare la mia chiamata da qui bit.ly/casanogas
      Da li cercherò di capire se e come ti posso aiutare.

  2. buongiorno, ho installato recentemente un impianto fotovoltaico da 6,4 kw con batteria di accumulo da 10 kw e integrato con boiler da 300 litri per produzione acqua sanitaria. dovrei riscaldarmi con i condizionatori appena installati quindi nuovi A++. ho un impianto di riscaldamento a termosifoni in alluminio che venivano alimentati da caldaia a 28K a metano che ho spento e disinstallata. Volendo far funzionare i termosifoni con il boiler che produce acqua sanitaria a 60C è possibile? Spero di essermi spiegato ( Boiler da 250 lt) grazie

    1. Domanda provocatoria, tu berresti l’acqua che scorre all’interno dei termosifoni?
      Domanda secondaria, se un prodotto nasce per riscaldare acqua calda sanitaria, secondo te può essere utilizzato anche per il riscaldamento dell’abitazione?

      Risposta semplice alla tua domanda: Assolutamente no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Stai costruendo o ristrutturando casa?

Scopri come ottenere il massimo dagli impianti per la tua casa no gas, senza commettere errori e senza accettare compromessi.

Devis barcaro soluzioni solari

ATTENZIONE: Non seguo appartamenti e condomini, il mio lavoro è dedicato esclusivamente a chi possiede ville o abitazioni singole.

Prenota adesso la tua analisi telefonica.

Torna su
scegliere gli impianti per la casa no gas

SCARICA GRATIS Il nuovo Ebook
"Scegliere gli impianti per la casa no gas"